Affettatrice FAC 220: la versione professionale e la versione domestica

affettatrice Fac 220Oggi ci occuperemo dell’affettatrice FAC 220. Ci fa piacere parlare di questa azienda perché italiana. La F.A.C. (Fabbrica Affettatrici Cavaria) è infatti situata a Cavaria, nella provincia di Varese, e produce, appunto, affettatrici dal 1963.
Molto razionale ed intuitiva la scelta dei nomi, è infatti facile risalire alle caratteristiche principali ed alla destinazione d’uso dei modelli partendo dal nome. Ad esempio, il nome della linea 220 deriva dal diametro della lama, che è infatti di 220 mm. La linea si divide poi in 4 modelli, o meglio, in due, uno destinato ad un uso domestico, contrassegnato dalla sigla DOM ed un altro ad un uso professionale, siglato PROF, entrambi con variante con o senza affilatoio, che è contrassegnato dalla sigla AF. Ma vediamo intanto le caratteristiche comuni.
Le affettatrici della serie 220 sono costituite in lega di alluminio trattata anodimicamente che ha il vantaggio di una rapida pulizia ed assoluta igiene. L’uso della plastica è molto ridotto e limitato alle manopole e ai pulsanti. Sono tutte equipaggiate con un motore monofase da 140 W. Come già accennato, la lama ha un diametro di 220 mm. Il taglio utile è 190×160 mm. Il regolatore dello spessore di taglio permette un taglio da 0 a 15 mm ed è molto sensibile consentendo una regolazione finissima. Il piatto è montato su cuscinetti a sfera che permettono una scorrevolezza fluida.

 

Fac 220 dom e prof

L’affettatrice Fac 220 dom è la versione domestica senza affilatrice della linea 220. In realtà, per quanto riguarda l’aspetto questa affettatrice Fac 220 non ha nulla da invidiare alla variante professionale. Solo se la si guarda attentamente si riescono a scorgere le differenze (ovviamente l’occhio del professionista riuscirebbe subito a vedere la differenza). Infatti, guardandola bene, ci accorgiamo che l’affettatrice Fac 220 DOM, ha degli accessori realizzati con materiali un tantino meno pregiati, ma che sono ottimi per l’utilizzo che si fa dell’affettatrice a casa. In particolar modo ci riferiamo al carrello dove si trovano più parti in plastica, e al pressamerce meno robusto. Il modello professionale è invece realizzato con un braccio pressamerce più grande e robusto e il l’impugnatura del carrello realizzato in alluminio.

 

FAC 220 AF dom e prof

I modelli di affettatrice Fac 220 contrassegnati dalla sigla AF sono i modelli che hanno l’affilatoio integrato. Anche in questo caso è possibile optare tra l’affettatrice domestica (contrassegnato dalla sigla DOM) e l’affettatrice professionale (contrassegnato dalla sigla PROF).
Anche in questo caso non abbiamo nulla da eccepire sui materiali, sia nell’uno che nell’altro caso. In più abbiamo la presenza dell’affilatoio che ci permette di tenere la lama sempre ben affilata, così da poter avere fette perfette in qualsiasi caso, che si stiano affettando formaggi o salumi.

 

Quanto costa?

Ed eccoci qui, dopo essere rimasti estasiati da questi modelli di affettatrice, soprattutto quelli destinati ad un uso domestico che sembrano poterci rendere dei provetti salumieri. Tanta qualità purtroppo si paga. L’affettatrice Fac 220 PROF ha un costo un po’ elevato, soprattutto se parliamo dei modelli professionali. Il costo, se rapportato ai modelli professionali è esiguo, ma diventa un po’ meno accessibile se la si paragona ai prezzi delle affettatrici per uso domestico. Proprio per il costo non esattamente accessibile, abbiamo pensato di proporti altri modelli sempre firmati Fac, che costano meno, ma che ti offrono comunque dei risultati apprezzabili.

Eccoti i modelli più economici:
Se invece il costo non è un tuo problema, allora ti invitiamo a cliccare sul link che puoi trovare qui sotto per avere maggiori informazioni sul prezzo e su eventuali offerte.
S220Ce Domest. 22Cm Fa

S220Ce Domest. 22Cm Fa

284,43
3 nuovi da €284,43
Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2018 17:42